maggio 29, 2018

Pota ma, allora dicetecelo

Vivere in un grande show

The Truman show

Credo proprio che questa volta il buon Mattarella si sia esposto oltre la balaustra, è riuscito laddove ancora nessun presidente aveva mai osato, bocciare un governo democraticamente eletto.
Il tutto poi appigliandosi non a manifesti comportamenti anti repubblicani, non a lampanti atteggiamenti anti democratici, eh no, il nostro ha buttato tutto alle ortiche giudicando Savona in base ad ipotesi suggerite dai giornali, la più colossale fake news, perdendo qualsiasi credibilità presidenziale.
Cosa potevamo aspettarci in fondo? che riconoscesse la sovranità popolare e benedicesse un governo Lega / 5stelle senza battere ciglio? senza che il presidente emerito, risorto e tornato di corsa in cabina di regia avesse neppure a suggerire il percorso, dopo che per anni si era evitato di votare per scongiurare questa eventualità di trovarsi in codesta situazione?
Adesso abbiamo capito tutti, tranne il PD che ovviamente gongola stracciandosi le vesti in difesa del loro presidente, ma tutti gli altri hanno capito che siamo una repubblica democratica delle banane in cui puoi votare chi preferisci, dire quello che credi e immaginare qualunque cosa basta che tutto questo sia conforme alle linee guida imposte dall'alto.
Resta da definire questo 'alto', siamo di fronte ad un abuso nel tentativo di riappropriarsi o ristabilire una linea moderata oppure, a pensar male si fa peccato, siamo un Truman show della politica europea dove pilotando saggiamente lo spread si manovrano le sorti dei cittadini?
Qualunque cosa sia è tempo di abbassare le maschere e mostrare le carte, i giochi sono finiti.

Aggiornamento:
Fonte: Europatoday
Fonte: Ansa

Molte testate giornalistiche hanno ripreso la notizia, qualcuno in europa lascia intendere che attraverso lo Spread si possano educare gli elettori, io credo sia accaduto questo già ai tempi dell'ultimo governo Berlusconi, e ora lo stesso spauracchio per evitare un governo sgradito.
Attenzione però, lo Spread lo decidono in Europa ma i manovratori sono qui.
La notizia così come è stata data è falsa, riferimento qui sul blog di David Puente, quindi basta allarmismi inutili e continuiamo a seguire questa tragedia/comica della nascita del governo italiano.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere passato di qui, se desideri lasciare un commento sei il benvenuto, assicurati che non sia offensivo per altri e ricorda che il tuo commento, prima di essere pubblicato, potrebbe essere valutato dal moderatore e, per questo, non essere immediatamente visibile a tutti.
Grazie.